La ripartenza del settore degli eventi internazionali

0
40

“Dall’Oceano Indiano all’Oceano Pacifico e dall’Asia agli Stati Uniti d’America, riprendono gli appuntamenti al caffè. Formazione, gare, sostenibilità e innovazione”

• NOTIZIARIO TORREFATTORI, maggio 2022, autore Maria Cristina Latini

Da questo mese di maggio, anche a livello internazionale, si registra una ripresa del settore degli eventi che interessano il comparto del caffè. Ciascun appuntamento è stato annunciato con grande entusiasmo dai rispettivi organizzatori, che si sono impegnati per adottare tutte le precauzioni necessarie al fine di contenere la pandemia da Covid-19; in ogni modo, visto il periodo pandemico ancora critico, non possiamo dare per scontato – così come avveniva una volta – lo svolgimento degli eventi programmati.
Proviamo, comunque, a ricostruire il calendario degli appuntamenti internazionali previsti, che in questo mese interessa la zona asiatica fino ad arrivare agli Stati Uniti d’America.


 

Iniziamo la nostra rassegna dall’Oceano Indiano, e in particolare da Singapore dove dal 19 al 21 maggio riprende il via l’International Coffee & Tea Industry Expo, che mette insieme più settori affini (dolciario, panetteria e ristorazione), visto che si tiene in concomitanza con gli eventi intitolati Sweets & Bakes Asia e Restaurant Asia.

Il settore dell’ospitalità si ritrova così sotto lo stesso tetto, per una tre giorni durante la quale vengono messi in mostra i macchinari, le attrezzature, gli accessori e i prodotti che abbracciano innovazione e sostenibilità per le aziende che operano nel settore del food & beverage.

All’evento, giunto alla sua 9ª edizione, è presente anche la “Café Owners Alliance Singapore” che qualche anno fa nacque proprio per iniziativa degli organizzatori di questa importante fiera, con l’obiettivo di far emergere una più coesa voce delle locali attività ricettive, offrendo loro – nel contempo – opportunità di dialogo e visibilità.


 

Ci spostiamo ora sull’Oceano Pacifico Settentrionale dove, dal 19 al 21 di maggio a Kailua-Kona (Hawaii), ritroviamo la Conferenza annuale dell’Hawaii Coffee Association, giunta alla sua 27ª edizione e che propone anche lo svolgimento di una fiera, oltre che di una gara di “cupping” che coinvolge i produttori di caffè di tutto lo Stato delle Hawaii.
L’appuntamento, che si svolge in un periodo di “alta stagione” per le isole Hawaii, propone una vivace scaletta di eventi, arricchita dalla presenza di diversi espositori: dallo svolgimento di conferenze e workshop interattivi sui temi dell’assaggio, della tostatura e dell’innesto in piantagione fino a divertenti tour.
L’evento prevede, inoltre, un’asta silenziosa organizzata per raccogliere fondi grazie ai proventi ricavati dalla messa a disposizione – da parte di aziende o di privati – di prodotti, merchandising, opere d’arte e di artigianato, buoni regalo oppure coupon con sconti o servizi.


 

Torniamo in Asia sud-orientale e andiamo a nord di Singapore, a Kuala Lumpur (Malesia), dove sempre dal 19 al 21 di maggio si tiene l’International Café and Beverage Show (ICBS). L’appuntamento nasce con l’obiettivo di mettere in contatto i vari attori della filiera dell’ospitalità, dai bar ai ristoranti, ai venditori al dettaglio, fino agli addetti alla distribuzione.
L’organizzatore di questo evento è la “Montgomery Group Asia”, che prende il nome da Henry Greville Montgomery, un esponente del partito liberale inglese vissuto a cavallo fra Otto e Novecento. La “Montgomery Exhibitions” è un affermato organizzatore di eventi in tutto il mondo con 126 anni di storia ed esperienza che nel tempo – dichiara – ha sviluppato durature collaborazioni, dal Regno Unito al Sud Africa.
La “Montgomery Asia” è una consociata, fondata nel 2016, interamente controllata dalla Montgomery con sede a Londra; si concentra sul mercato asiatico in crescita, portandovi gli eventi di punta del gruppo e nel contempo sviluppando nuove fiere che soddisfino le esigenze del mercato asiatico.
L’ICBS che si svolge a maggio, intende celebrare la cultura del caffè con un focus sui caffè speciality, sul cibo realizzato in modo artigianale, sullo stile di vita dei bar e sui relativi servizi e attrezzature. 
L’evento ospita anche il Malaysia National Coffee Championship, valevole per le qualificazioni per i World Coffee Championships; gli eventi si svolgono in collaborazione con la Malaysia Specialty Coffee Association (MSCA).


 

Dal 20 al 22 maggio, invece, all’Università della California a Davis (Usa) si tiene il Sensory Summit della Specialty Coffee Association (Sca), che gli organizzatori definiscono come uno dei principali eventi scientifici del settore. La conferenza è realizzata al fine di fare formazione e aggiornamento seguendo le appena pubblicate ricerche sensoriali sul caffè.
Quest’anno, fra i temi trattati si annoverano: le tecniche e la scienza sensoriale dell’assaggio del caffè, report sui consumatori, uso di nuovi strumenti per affinare la sensibilità all’assaggio e infine come migliorare la qualità e la “ripetibilità” utilizzando consolidati metodi di assaggio.
Fra i relatori dell’evento che conducono una serie di workshop e seminari vi sono sia ricercatori accademici che esperti del caffè specialty.


 

Ritorniamo sul versante asiatico, ma questa volta andiamo a Bangkok (Thailandia) dove, dal 24 al 28 maggio, si svolge l’evento intitolato Thaifex Anuga Coffee & Tea. Leggendo gli annunci che descrivono questo importante incontro del panorama caffeicolo orientale ci rammentiamo di quanto ancora, a livello globale, sia necessario prestare attenzione alla situazione pandemica ancora in atto.
L’organizzazione sottolinea tutto il suo impegno per rendere la fiera sicura in merito al contrasto al Covid-19 e, lanciando il suo slogan “Re-immagina il futuro dell’industria alimentare”, annuncia di voler alzare il livello della manifestazione stessa creando occasioni di networking fra i top buyers, attraverso l’attivazione dell’iniziativa denominata “Anuga Future Food Market” ovvero una serie di “webinar” che permettono al partecipante di entrare in anteprima “nei negozi del futuro” che vendono prodotti alimentari.
Fra i prodotti protagonisti della fiera vi sono anche il caffè e il tè che presentano le rispettive filiere al completo, dal chicco e dalla foglia fino alla tazza, comprese tutte le attrezzature necessarie per la preparazione delle relative bevande.