La certificazione che attesta la sicurezza alimentare

0
845

“Cos’è la IFS FOOD e a chi può servire”

• NOTIZIARIO TORREFATTORI, gennaio 2019, autore Marco Valerio Francone • 

La Certificazione IFS Food (International Featured Standard) rappresenta oggi uno degli schemi approvato dal GSFI (Global Food Safety Initiative) come schema per garantire la sicurezza alimentare globale.
Si tratta di uno standard di certificazione privato, sviluppato e promosso dal BDH (Unione Federale delle Associazioni del Commercio Tedesche), e nasce con lo scopo di favorire l’efficace selezione dei fornitori di prodotti alimentari per la grande distribuzione sia a marchio privato che a marchio proprio.
Lo standard IFS Food è basato sul rispetto stringente dei requisiti di fornitura focalizzati sulla sicurezza dei prodotti forniti, conformi alle specifiche contrattuali e ai requisiti di legge cogente.
Ad oggi la certificazione IFS Food costituisce un modello che attesta la presenza di un sistema di gestione dei processi volto ad assicurare la sicurezza alimentare e la capacità di gestire situazioni di crisi.
Lo schema IFS Food è riconosciuto sia in Europa che nel resto del mondo ma al contempo si lega maggiormente ad esigenze specifiche di alcune GDO.
La Certificazione IFS Food pone infatti come focus il rafforzamento e la promozione della sicurezza alimentare lungo tutta la catena di fornitura sia nazionale che internazionale.
L’iter di certificazione individua gli specifici elementi di un sistema di gestione focalizzando le attenzioni sulla qualità e sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti e dei processi attraverso una sistematica applicazione della metodologia HACCP, supportata da evidenze oggettive in merito alla definizione e controllo dei rischi legati al prodotto e al processo. La comunanza dei requisiti IFS Food con altri schemi del GSFI, come ad esempio il GSFS – BRC, legano spesso i percorsi di certificazione e quindi il riconoscimento finale e relativa certificazione delle Organizzazioni per entrambi gli schemi, tuttavia si fondano su basi diverse e quindi le modalità di applicazione dei requisiti possono talvolta differire.

Perché richiedere la certificazione IFS
Un produttore in possesso della certificazione IFS Food spesso riduce drasticamente gli audit di parte dei clienti in quanto questi attestano la conformità ai propri requisiti mediante la presenza di un certificato rilasciato da ente terzo e indipendente. Questo contribuisce alla diminuzione sostanziale dei costi da sostenere, sia diretti (spese relative alle verifiche ispettive), che indiretti (inevitabili rallentamenti dell’attività produttiva in coincidenza delle numerose verifiche ispettive di parte seconda).
A livello di immagine l’azienda è riconosciuta a livello internazionale come fornitore qualificato per la sicurezza alimentare in quanto IFS è al contempo standard di sicurezza e qualità dei prodotti alimentari.
La maggioranza dei retailer tedeschi e francesi ma anche italiani ha stabilito che la registrazione secondo IFS Food sia una condizione indispensabile per essere inclusi tra i loro fornitori di prodotti a marchio.