La certificazione ISCC PLUS. International Sustainability & Carbon Certification

0
182

“Standard internazionale che attesta la sostenibilità aziendale”

• NOTIZIARIO TORREFATTORI, marzo 2024, autore Marco Valerio Francone • 

Certificazione ISCC PLUS (International Sustainability & Carbon Certification): il tema non è nuovo, tuttavia, torniamo a parlarne perché sono sempre di più le industrie che si approcciano a questo schema.
La certificazione ISCC PLUS è infatti un sistema di certificazione globale che garantisce la sostenibilità e la tracciabilità dei prodotti e dei materiali. Particolarmente rilevante per le industrie alimentari e del packaging alimentare, poiché garantisce che gli articoli siano prodotti in modo sostenibile e che i materiali utilizzati siano tracciabili lungo tutta la catena di fornitura.

Cosa dobbiamo sapere su questo schema
La certificazione ISCC PLUS è uno standard riconosciuto a livello internazionale si inserisce tra quelle certificazioni che attestano la sostenibilità delle aziende. Si basa, infatti, su una reale tracciabilità di prodotti, sia alimentari che non alimentari, inclusi i materiali e i prodotti del packaging alimentare, attraverso un approccio di bilanciamento di massa, lungo tutta la catena di fornitura.
Questo approccio garantisce che la quantità di materiale sostenibile dichiarata in un prodotto o in un materiale sia effettivamente presente e sia stata prodotta in modo sostenibile.
Lo standard si focalizza sulla sostenibilità delle materie prime e dei processi produttivi, assicurando una gestione delle risorse in modo responsabile e contribuendo a minimizzare, o almeno a ridurre, l’impatto ambientale. A contrario di quanto si pensi, ovvero che la certificazione ISCC PLUS sia limitata all’ambito packaging, questa certificazione copre una vasta gamma di prodotti e materiali lungo l’intera catena di fornitura, inclusi biocarburanti, biomateriali, fibre naturali, plastiche e molti altri.

Quali aziende sono interessate alla certificazione ISCC PLUS e perché dovrebbero interessarsi
Le aziende interessate alla certificazione ISCC PLUS appartengono a diversi settori industriali, in particolare quelle che operano nel campo dei biocarburanti, dei materiali bioplastici e del packaging alimentare, anche se lo standard può essere applicato anche al settore Food & Beverage. Fra le aziende potenzialmente interessate sono inclusi produttori di intermedi chimici, produttori di bioplastiche, aziende di riciclo, brand che desiderano utilizzare il logo ISCC sui loro prodotti e aziende che vogliono dimostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e la circolarità dei loro prodotti verso uno schema nato dalle Direttive UE sulla riduzione dell’impatto ambientale.

Quali vantaggi hanno le aziende nell’ottenere la certificazione ISCC PLUS
Nel solo anno 2023 la nostra realtà, MV Consulting, ha certificato più di 7 realtà industriali ed i vantaggi per queste aziende sono stati molteplici a seconda dell’obiettivo che si erano poste.
Primo vantaggio è quello di garantire che i prodotti e i materiali siano prodotti in modo sostenibile, il che è sempre più importante per i consumatori e i clienti aziendali, aumentando, di fatto, la trasparenza e la fiducia nei prodotti e nei materiali.
Inoltre, la certificazione ISCC PLUS può aiutare le aziende a rispettare le normative e gli standard di settore. Ad esempio, la certificazione può aiutare le aziende a dimostrare la conformità ai requisiti di sostenibilità e tracciabilità delle normative UE sui biocarburanti e sui bioliquidi.
Infine, la certificazione ISCC PLUS può aiutare le aziende a differenziarsi dai concorrenti e a migliorare la loro reputazione. Ad esempio, le aziende che possono dimostrare che i loro prodotti o materiali sono prodotti in modo sostenibile e sono completamente tracciabili possono utilizzare questo come un punto di differenziazione nel mercato.
Se vogliamo riassumere alcuni dei maggiori vantaggi della certificazione ISCC PLUS, possiamo annoverare:

  • Riconoscimento internazionale: la certificazione ISCC PLUS è riconosciuta a livello globale e può facilitare l’accesso a nuovi mercati, sempre più interessati a politiche sostenibili.
  • Sostenibilità: dimostra chiaramente un impegno dell’azienda verso pratiche sostenibili e responsabili.
  • Tracciabilità: migliora sensibilmente i processi di tracciabilità dei materiali lungo tutta la catena di fornitura e accresce anche la confidenza fra fornitore e cliente.
  • Marketing: permette l’utilizzo del logo ISCC PLUS sui prodotti, migliorando l’immagine aziendale.
  • Conformità alle normative cogenti: contribuisce al rispetto della legislazione ambientale e le politiche di sostenibilità richieste da clienti e partner commerciali.

Alcune aziende che hanno ottenuto la certificazione ISCC PLUS
Ci sono numerosi esempi di aziende che hanno ottenuto la certificazione ISCC PLUS. Ad esempio, NUK ha lanciato il suo primo prodotto con il nuovo logo ISCC: il ciuccio NUK for Nature Latex. Questo ciuccio è prodotto con plastica bio-attribuita certificata ISCC.
Un altro esempio è Mattel, che produce i suoi Matchbox Action Drivers con plastica bio-attribuita certificata ISCC. Anche il packaging del Gelato Aino è prodotto con plastica bio-attribuita certificata ISCC.
Chovi supporta l’economia circolare con imballaggi certificati ISCC.
Ci sono poi molti attori del settore dei materiali in plastica che annoverano la certificazione ISCC PLUS come impegno formale verso una riduzione di tale componente nella filiera dei prodotti alimentari.

Quali sono gli step per l’ottenimento della certificazione ISCC PLUS
Per ottenere la certificazione ISCC PLUS, le aziende devono seguire alcuni passaggi chiave:
1) Scelta del Certification Body (CB): firmare un contratto con un ente di certificazione accreditato.
2) Registrazione della propria realtà al circuito ISCC.
3) Audit: sottoporsi a un audit da parte del Certification Body ma prima ancora implementare tutti i requisiti dello standard.
4) Gestione dei materiali sostenibili: garantire una gestione dei materiali in modo sostenibile lungo la filiera.