Linee guida IFS per il packaging

0
200

“Dallo schema privato all’approccio operativo generale”

• NOTIZIARIO TORREFATTORI, luglio 2023, autore Marco Valerio Francone • 

La linea guida IFS Packaging nasce per fornire un’interpretazione corretta nell’implementazione dei requisiti dello standard IFS Food.
Lo standard IFS Food sarà, infatti, operativo dal 1° ottobre 2023 con alcune novità anche nei requisiti legati al packaging alimentare.
La linea guida IFS Packaging si rivolge, infatti, principalmente ai fornitori di prodotti alimentari e fornisce utili interpretazioni per poter gestire al meglio la sicurezza del packaging alimentare lungo la catena di approvvigionamento.

Il ruolo del packaging alimentare
Il packaging alimentare ha una serie di ruoli fondamentali nella catena della sicurezza alimentare.
In primo luogo, la sicurezza del packaging alimentare è fondamentale per evitare migrazioni di sostanze non conformi o dannose alla salute verso l’alimento.
Inoltre, il ruolo e la sicurezza dell’imballaggio alimentare sono correlati alla sua capacità di garantire che le proprietà e le caratteristiche di un alimento siano mantenute durante la produzione, il trasporto e lo stoccaggio.
In ultima analisi ma non meno importante, il packaging alimentare è uno dei più importanti elementi di comunicazione verso il consumatore, garantisce quindi anche la conformità legale dell’alimento stesso.

Il ruolo dei produttori
Essere produttore di un packaging alimentare è una responsabilità da non sottovalutare; ogni mese sono molte le informazioni relative a normative, allerte sanitarie e frodi che interessano i materiali da confezionamento.
I produttori di imballaggi alimentari devono garantire che l’imballaggio sia sicuro per il rispettivo prodotto ma non solo, devono garantire che i requisiti dei clienti, siano essi espliciti o impliciti, siano soddisfatti e, non ultimo, che il packaging alimentare sia sostenibile.

Rischi e opportunità del packaging alimentare
Negli ultimi anni il ruolo e le aspettative del packaging stanno cambiando rapidamente, nuove tecnologie e nuovi materiali (riciclati o a base biologica) stanno progressivamente arrivando sugli scaffali della grande distribuzione, con lo scopo di migliorare la shelf-life dell’alimento e/o migliorare la sostenibilità dell’imballaggio alimentare. Ma questo è proprio il rischio maggiore che i produttori devono valutare in termini di sicurezza alimentare.
Un’analisi dei rischi in merito alla corretta scelta dell’imballaggio alimentare per il loro prodotto deve essere condotta con spirito critico e supportata da una grande competenza del settore.
Il rischio maggiore è quello di sottovalutare i pericoli o, peggio ancora, ignorarli per mancata conoscenza. Di conseguenza, è essenziale un’adeguata formazione del personale

La linea guida IFS Packaging come strumento di supporto
La linea guida pubblicata da IFS sugli imballaggi alimentari fornisce una serie di utili indicazioni in merito alla valutazione di alcuni requisiti tecnici dello standard IFS Food i8 ma anche sui concetti di sostenibilità del packaging e della sua tendenza futura in termini di applicazioni e valutazione dei rischi.
Il documento è un valido aiuto per accrescere le proprie conoscenze professionali e quindi un documento che contribuisce, se ben compreso, a realizzare imballaggi alimentari sicuri. Si basa, inoltre, sulla legislazione dell’Unione Europea (UE) è quindi auspicabile una conoscenza anche di base delle norme UE relative al FCM per essere compresa appieno.